«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

martedì 28 agosto 2012

Un Faro

Amiche care, a volte l'amarezza, lo sconforto suggerisce al pensiero il suono aspro dell'invettiva, che non mi si confà molto, come un abito troppo stretto, o un po' sbilenco, o d'un colore troppo squillante, o troppo cupo. Allora, per istinto, cerco di intonare invece una melodia, una nenia a bocca chiusa, per calmare il mio spirito agitato e sconvolto.
Questa breve composizione è nata improvvisa e violenta come uno scoppio di pianto, quando sentii avvicinarsi a me l'uragano della fine di un rapporto, di un amore. Dopo quel giorno ogni cosa nella mia vita è mutata, e non so ancora dire se il mutamento potrà risolversi in un nuovo inizio, come molte carissime amiche cercano di convincermi - certo per rincuorarmi, ma certo anche per convinzione. Non so davvero, ora, se questo mutamento sarà quindi fondamento, pietra su pietra, di un nuovo edificio, oppure rimarrà semplicemente rovina e basta, una distesa di sfasciumi informe, inaridita per sempre…
So solo, per certo, di aver perduto la luce di un faro, e che ora la mia navigazione è disorientata e pericolosa, ma so anche che, nonostante tutto, nonostante questo dolore, ne è valsa la pena.
Vivere, con amore intenso, vale sempre, qualunque sia la pena che per questo si debba scontare.

Per voi, amiche dilette e amici cari, come sempre, con amore.

M.P.








Un Faro

 

Noi tutte,
donne di cuore e d'intelletto,
sappiamo patire
indicibili ferite e offese
nell'esser tradite,
o malversate, o derise,
o finanche ignorate
da chi
più di noi stesse amiamo.

Giammai però
sappiamo tollerare
d'essere da quell'amor deluse.
E più ancora atroce
è per noi sapere
d'esser noi per prime
di delusione causa.
Orgogliose,
nel nostro stesso orgoglio uccise.

In un caso, o nell'altro,
cento volte vorremmo morire
piuttosto di veder cosí perire,
soffocando,
ciò che più in noi
credemmo sacro,
e che, come lanterna
d'un faro nell'uragano
di fede lungamente alimentammo.


Milano, 8 Luglio 2012
Marianna Piani

7 commenti:

  1. Credo che il segreto stia nel non far dell'altro il nostro supporto.. altrimenti quando questo viene meno, è inevitabile il crollo..
    Credo che il segreto stia nel saper camminare con le proprie gambe..
    Nel rapporto di coppia è normale deludere ed esser delusi.. se si ha la voglia di ripartire, allora il rapporto è solido.. altrimenti è un castello di sabbia in riva al mare, che la prima mareggiata distrugge..

    Ti abbraccio forte..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì mia cara, dilettissima amica, sei sempre così limpida e trasparente nelle tue (in)certezze da donna di scienza e parola insieme, capace di produrre versi saturi di senso conseguente come teoremi.

      Purtroppo nella mia vita personale le cose sono più complesse, si sono incrociate delusioni e desideri, pulsioni e rabbie, come in una rete fungina, sotterranea, intricata ed irrazionale nella sua inestricablità, che ho dovuto estirpare con uno strappo che ha tutto sconvolto, ma tu questo non puoi conoscerlo perchè non è espresso in qeste mie parole.

      Ed è profondamente vero ciò che dici, ma la luce di un faro non è un "supporto", un pilastro cui appoggiarsi, è qualcosa di più, di più profondo, e nello stesso tempo molto più impalpabile: è il senso della direzione, semplicemente.

      Grazie mia cara, grazie per esserci, comunque, sempre.

      Tua Marianna

      Elimina
  2. ... quel faro, quel senso della direzione ... lo troverai dentro di te e quando lo capirai sorriderai per aver compreso che è sempre stato lì dentro di te! Ma è normale e naturale per noi cercarlo in un altro, come per es in un compagno, è solo quando siamo messe alle strette e dobbiamo ricorre ad azioni forti che dopo dolore e smarrimento e riflessione ci accorgiamo che siamo noi stesse la nostra fonte di energia, la nostra fonte di luce ... sempre! e come sempre ... aqui estoy siempre ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, quanto vere sono le tue parole! Ora lo so...

      Ti abbraccio stretta.

      A presto

      Marianna

      Elimina
  3. Marianna, carissima, ti dedico questi versi (my Christmas gift to you) che scrissi di getto a casa di mia figlia, ancora da elaborare, pristini, come i sentimenti che ci accomunano. I wish so much to "hear" from you-grant me this wish!

    La Farfalla 11/12/2012


    When I saw you
    in the heat
    of early afternoon
    under the solitary
    cherry tree
    beauty
    couldn't have been
    more real
    poised as you were
    on a lower branch
    so surreal
    Your profile turned
    your antennas nodding
    your spasmodic wings
    their light filled colours
    lured me closer
    Dreams of flight
    made my breathing shallow
    you took off
    I could not follow

    Love, always
    xo
    Alvaro



    RispondiElimina
    Risposte
    1. My dear, I'm coming back, hopefully also I'm living again...
      Your Marianna

      Elimina
    2. Thank You, for being...for being YOU, for being here, again and, forever more! Love, to love, LOVE! Your Dear Friend, Alvaro

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.