«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 28 ottobre 2017

Ma ti amo


Amiche care, amici,

ho esitato a lungo prima di decidermi a pubblicare questa poesiola, per la sua estrema intimità, scritta nel tentativo di cogliere dalla memoria l'attimo dell'incontro tra due persone proprio mentre si innamorano una dell'altra, e, superando di colpo ogni barriera, gettano la propria vita ciascuna nelle braccia e nella carnalità dell'altra.
La poesia è nata in un attimo, felice e del tutto libera, ignorando ogni pudore, poiché il pudore è un sentimento che non rinnego, anzi amo, ma che non ha spazio tra chi con passione si incontra e per passione si sceglie.

Poi ci lavorai per diversi mesi, per renderla sempre più concentrata, immediata, per toglierle possibilmente ogni traccia di retorica, e di sentimentalismo. Per ottenere una composizione d'immagine, non di parola.
Volevo raffigurasse l'incontro di due corpi e di due anime, come un'istantanea presa con un otturatore a un millesimo di secondo, volevo esprimesse la gioia e insieme la completezza assoluta di un incontro, semplicemente, pianamente realizzato.

Poi la sentii così personale e segreta, così rivelatrice dell'anima, che, come dicevo prima, pensai di tenerla tra me e la mia compagna, come ho fatto e faccio con altri componimenti molto segreti e personalissimi.
Ma poi, alla fine, rileggendo, ho sentito che dietro, anzi, al di sopra di questo personalismo e questa intimità vi fosse una universalità che mi piace condividere con voi, miei pochi e carissimi lettori e lettrici, perché forse, parlando dell'amore mio posso trovare una sintonia con gli amori vostri. Perché, come dico sempre, l'amore è amore, la passione è passione, senza distinzione.  È in questa sintonia che si esprime tutto il miracolo di una composizione "riuscita". Ed è nell'amore, e più che mai nell'amore appassionato, in cui noi esprimiamo intera la nostra umanità più vera e profonda.

Grazie di cuore amiche dilette e amici cari per la vostra affettuosa attenzione.

Naturalmente, con amore
M.P.






Ma ti amo


Mi dicesti: "ma ti amo"
con quel viso da bimba
imbronciata, e io
credetti e ti cedetti: come fare
a non credere all'innocenza –
e a non cedere alla tua incoscienza?

Poi, semplicemente,
ti liberasti della tua maglietta,
e attendesti che io accarezzassi
quel tuo bel seno, candido e carnale
con due roselle scure al colmo,
perfetto, come un marmo del Canova.

Piano presi tra gl'incisivi quei bottoni,
quei due boccioli che di miele sanno,
e tu t'inarcasti sussurrando
il mio nome, lento e piano:
Ma-rian-ne, cadenzasti maliziosa,

per un vezzo tuo pronunciandolo
in francese, mentre io
ti discendevo tutta
palmo a palmo fino
a quel mio palmo ultimo

                      di paradiso.




Marianna Piani
Milano, 21 Aprile 2017
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.