«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 4 agosto 2018

Una donna, all'angolo delle mura



Amiche care, amici,

un breve quadretto, si potrebbe dire "impressionista", un ritratto d'ambiente, tracciato una sera non particolarmente felice; la cronaca di un incontro fuggevole e senza storia avuto in un angolo nascosto nella parte più antica della mia città, già ritratta da Saba con quella malinconia lieve e scevra di ogni crepuscolarismo che è il suo segno distintivo, inimitabile.
Sono questi incontri del tutto casuali, e istantanei, destinati a risolversi nel tempo di uno sguardo, spesso nemmeno ricambiato, ma che possono renderci la vita degna, infine, di venir vissuta.
E non è la bellezza che colpisce, non solo quella almeno. È la sensazione di uno spirito saldo e libero: come un faro per un navigante, emette una luce riconoscibile, di salvezza.



Vi lascio alla lettura, amiche dilette e amici, come sempre, tcon amore.
 

M.P.





Una donna, all'angolo delle mura

 

È sera.
Con alcuna certezza, mi ritrovo
con il favore dell'ombra
su questo cammino, sono
come una gatta esperta
che s'insinua senza il pur lieve
rumore tra i detriti
e i rifiuti del vicolo nascosto
tra le mura decrepite, odorose
di urina e sterco e muschio;
una lucertola si stana
e fugge in una crepa.

Non so se questa mia
saggezza mi avvantaggi,
oppure mi deprima,
vorrei essere forte e saggia
e invece tremo, tremo
dentro me, tremo
per l'azzardo d'esser nata,
d'essere donna, e viva,
e mi chiedo
cosa mai mi trattenga ancora
in questo angustiante mondo.




II

Mi attrae una donna, ora.
lì a ridosso delle antiche mura,
ferma in piedi con l'aria
concentrata e sicura,
mi attrae la sua bellezza
audace e impura,
mi dice quel suo corpo
teso e la sua postura
inarcata sull'anca
come un'arpa

d'essere in qualche modo
disposta al piacere
e forse al sogno.

Oh, subito io correrei ,
correrei da lei senza
alcuna esitazione,
tanto la sento forte
e sicura - di sé,
e della sua fascinazione!
Mi abbandonerei
alle sue braccia, candide
e salde, e lascerei
che facesse di me
ciò che vuole,
che mi portasse via
con sé, via dal mondo,
via da me,
via da ogni dove!




Marianna Piani
Trieste, 30 Giugno 2017





.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.