«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 20 agosto 2016

Il tuo cruccio


Amiche care, amici,

vi sono momenti in cui chi ci è vicino, chi amiamo, all'improvviso, senza apparente motivo, si allontana da noi, si chiude in un proprio pensiero, da cui ci sentiamo esclusi, e noi non sappiamo che fare.
Senza volerlo, senza saperlo, l'abbiamo ferita? Oppure si tratta di qualcosa dentro di lei, che la tormenta, qualcosa che è emerso dal buio del suo pensiero, e che la opprime? Ma perché allora non confida in noi, che l'amiamo, noi che faremmo qualunque cosa per sollevarla, per consolarla, perché non si apre, proprio con noi, che le stiamo al fianco trepidanti, e invece si ravvolge nel proprio pensiero come in una coperta, e ci gira le spalle?

Ci sentiamo noi ferite, allora… Ma no, amore è rispetto, lo sappiamo bene, ed è discrezione, quel rispetto e discrezione che tante volte lei ha tenuto con noi, facendo fronte alle nostre improvvise ombrosità, alle nostre mute disperazioni, così, restandoci accanto, facendoci sentire, semplicemente, la sua presenza, buona e salda e sicura, attorno a noi, come le pareti protettive di un rifugio.
Dunque, non rimane che dominare il nostro sentimento, tacere, nemmeno osare sfiorarle le spalle o i capelli con una carezza - infine, lei sa che siete lì, accanto - lasciarla riposare, proprio come ci ha chiesto, e attendere un suo cenno, quando sarà…

Dedicata a un amore vero, e condivisa con voi, amiche dilette e amici…

M.P.




Il tuo cruccio


L'arco della tua fronte ampia e conclusa
sovrasta il tuo sguardo, come il cielo
s'inarca chiaro sopra lo specchio
oscuro del lago, e dice un tuo cruccio.

Da me tuttavia lo sguardo distogli
dissimulando in stanchezza la tua
amarezza, mi dici con voce
sensibile appena: «vorrei riposare»

e ti giri sul fianco, chiudendo
col mondo, e con me che ti veglio
proprio qui, a te accanto. Contemplo
il dolce declivio delle tue anche

e il lento ondeggiare del tuo respiro
sotto le coltri, mi colgo ad ammirare
con desiderio quasi fervente
il rame lucente della tua chioma

che adorna il guanciale e tracima
a inondare le tue pallide spalle.
Sì, cara, ti lascerò riposare,
non turberò con il mio tormento

il tuo muto delicato distacco,
Se lo vorrai, in ogni momento
la mia mano è pronta a salpare
e a varcare questo mare di disincanto

per riportarti - nudo - il mio cuore.



Marianna Piani
Milano, 10 Gennaio 2016
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.