«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

lunedì 11 dicembre 2017

Prendermi cura di te


Amiche care, amici,

Un poco in ritardo sul mio impegno settimanale con voi (perdonatemene), vi offro una breve lirica, dedicata tutta al mio amore. E ai giorni in cui mi risveglio sola, sola trascorro la mia giornata, e sola la chiudo, coricandomi sola, lei lontana, e immagino e ricordo di quando invece lei c'è, e mi concede il suo sguardo, mi affida la sua stanchezza, magari dopo un concerto (un concerto per un musicista è un impegno mentale e fisico inimmaginabile, per noi "mortali"), e lascia che sia io, proprio io a prendermi cura di lei…

Amiche dilette e amici, grazie infinite per essermi sempre vicini e per regalarmi la vostra attenzione. Con amore, sempre.
M.P.




Prendermi cura di te


Ecco, ora viene sera,
e mi prende questa malinconia
profonda, senza te
nella stanza a respirare
la mia tenerezza che si libera
nell'aria, come un profumo,
un soffio lieve - che ti veste di attesa.

Ecco, alla sera
tu rientri stanca, e io
t'accolgo tra queste mie braccia
e sorrido, immaginando il tuo viso
come uno sgualcito abbozzo
della tua incomparabile bellezza.

Più che abbracciarti, ti sorreggo,
poi, con un bacio posato di passaggio
sulle tue labbra schiuse,
ti sollevo piano, grata nel sentire
che t'abbandoni a me, e ti poso
sul nostro fiorito giaciglio - piano.

Tu socchiudi gli occhi
quasi stupita, mentre passo
la mia mano tra i tuoi capelli
fini e impalpabili come raggi
d'un tramonto autunnale,
e tu - indulgente mi lasci fare.

Ora, ti dico,  lascia
che mi prenda cura di te,
mia cara sposa.
Da ora, forse per sempre.



Marianna Piani
Nebbiuno, 5 Giugno 2017
.

2 commenti:

  1. Struggente;prendersi cura di chi si ama è un ti amo pronunciato all'infinito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!
      Hai colto il senso del mio pensiero, qui come sempre.
      L'amore non è solo il piacere che reciprocamente due amanti si danno, per quanto esso sia infinito: è soprattutto il completamento di sé che ciascuno trova nell'altro, e nella cura che all'altro si dona.
      Ti abbraccio, e perdonami se non ho potuto risponderti subito.

      Marianna

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.