«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 29 agosto 2015

Come avrei potuto


Dopo alcuni componimenti per me un poco più impegnativi, ritorno con una cosetta più lieve, una schietta composizione d'amore, molto semplice e in forma quasi canonica, scritta - casualmente - proprio l'8 Marzo ispirata da una donna che mi ha fatto letteralmente perdere la ragione per una breve ma indimenticata stagione della mia vita.
Per ognuno di noi vi sono persone così, di cui non si riesce a non innamorarsi perdutamente, appena le si incontrano. E ci si sente disposti a sacrificare ogni cosa, anche la propria libertà, il bene per me più prezioso in assoluto, pur di far parte della loro vita.


Costei era così, di una bellezza sfolgorante, sicura e quasi maestosa, come una regina, libera come l'aria, imprendibile, inarrestabile, simile a un'amazzone in sella alla sua luccicante motocicletta (ho sempre amato questi mezzi, anche se da sola non ci so fare nemmeno un metro, simbolo di velocità e libertà, di fuga e di futuro). In fondo sapevo fin dall'inizio che non avrebbe potuto durare, ma ci sono cose in cui la razionalità, il pensiero, perfino la propria personalità profonda, nulla possono, territori dove solo il cuore, l'attrazione, il desiderio hanno possibilità d'azione.

Ho sofferto parecchio, per lei, prima durante e dopo la nostra storia, ma lo rifarei subito, con cieco entusiasmo, perché forse mai come in quei due mesi e mezzo folli e scriteriati mi sono sentita piena e viva.

Vi affido questa mia cosetta, amiche dilette e amici, più che mai con amore.

M.P.





Come avrei potuto


Come avrei mai potuto non amarti,
quando mi sei apparsa all'improvviso
come una fiamma che avvampi
incenerendo i cuori e i campi?

Quando Dioniso e il dio del vento
si sono uniti per generarti
e Diana e Dafne si son congiunte
per conferire grazia al tuo ardimento?

Io t'ho amata, e non avrei potuto
fare null'altro, dal primo istante
della tua epifania abbacinante.

T'ho amata non appena mi hai parlato,
e appena udita la tua voce volli
bere dalle tue labbra notti folli.

T'ho amata, e non avrei mai potuto
farne a meno, così avrei amato
la fune che m'avesse a te legata,
la catena che m'ha imprigionata

nella sacrale cripta del tuo grembo,
il nerbo che m'avesse a te asservita,
la coppa di veleno che mi hai porto
per impossessarti della mia vita.

T'ho amata, e non altro avrei potuto
se non riposare il mio capo assorto
sulle tue ginocchia e restarti accanto.

T'ho amata, e poi nient'altro, come s'ama
nel cuore della notte la sua voce,
un palpito d'aurora tanto precoce.



Marianna Piani
Milano, 8 Marzo, 2015

4 commenti:

  1. Stavolta, Mari,
    Concordo riguardo TUTTO ciò che hai affermato in introduzione.
    Soprattutto questo punto, nello specifico :

    "E ci si sente disposti a sacrificare ogni cosa, anche la propria libertà, il bene per me più prezioso in assoluto (anche per me), pur di far parte della loro vita".

    A dire il vero, mi piacerebbe leggere (sarebbe più giusto e più logico arrivassero) commenti femminili, più adatti a "chiudere il cerchio".

    Sarò, dunque, breve (ci provo) *

    "T'ho amata non appena mi hai parlato,
    e appena udita la tua voce volli
    bere dalle tue labbra notti folli".

    ... Vale l'intera composizione.
    (Anche la fiamma inceneritrice in apertura è "validissima", così come l'aurora precoce in chiusura. Sicuramente, pur non trattando un argomento "impegnato", non ti sei risparmiata :
    Non lo fai mai, del resto).

    Certo, se è la persona che credo sia (ovvero, quella alla quale hai già dedicato svariate cosette, "la rossa"), non posso far altro che darti ragione, sottoscrivendo che per Lei... hai completamente perso la ragione !

    Io t'ho amata...

    (Fantastico quell'io, che poi, successivamente, scompare)

    T'ho amata...
    T'ho amata...
    T'ho amata.

    Sì, tu ami, anche quando le tue partner giocano soltanto.
    Ti sembra poco ?
    Smetteresti di essere viva solo e soltanto in caso contrario.
    Finchè amerai, nel vero senso del termine, vivrai.

    ... Visto ?
    In fin dei conti, mi sono dilungato un pochino *.
    "Come avrei potuto", però, non commentare ?

    Buona Serata.

    Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì Luca, ovviamente è lei...
      Che sbandata! Mi capita di sognarla ancora, e ancora fino a poco tempo fa mi capitava di trasalire vedendo nella folla una capigliatura di quel colore (un rosso-arancio, molto particolare) oppure di sentire il rombo di un due tempi come il suo, quello del viaggio in Francia, dove iniziò tutto...

      No, non mi risparmio mai, questo è vero. E nemmeno tu, nelle tue bellissime, insostituibili letture.

      (Certo, adorerei che qualche amica lettrice mi lasciasse un suo commento pubblico, ma non è poi raro che accada, e poi in privato molte lo fanno, e già questo mi fa felice. Sapere che il messaggio "arriva" è fondamentale per me.)

      Marianna

      Elimina
  2. Certo che arriva cara Marianna ; è una delle tue prerogative , non la sola , sapere comunicare le sensazioni e i sentimenti .
    Cosa non facile date le mille sfumature .
    Il mio commento sarà brevissimo , stringato ma vissuto.
    AMA
    con stima e grande affetto
    Rossella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Rossella, lo faccio, lo farò sempre, con tutta me stessa.

      Ora sto passando un periodo di solitudine sentimentale, non voglio più avventure, sono cresciuta molto, cerco un legame libero (ossimoro voluto) ma stabile, pofondo, non basato solo sulla follia della passione di una notte, ma su una reale profonda corrispondenza d'anime.
      Non è facile, anche perchè c'è una parte di me stessa, sensuale e folle, che si oppone e ostacola questo progetto, io mi innamoro come un cerino accanto a una fiamma, se incontro quella che per me è la Bellezza, e a quel punto tenermi a bada è come tentare di mettere le briglie a una cavalla selvaggia in calore... Ma, come ti dicevo, sto maturando, sento che, anche per via della mia condizione mentale un po' problematica, ho bisogno di equilibrio. Non noia, eh! Equilibrio nella passione.
      Sono pur capace di ferrea disciplina in quest'altra mia (in fondo non minore) passione, la scrittura, no?

      Rossella cara, il tuo affetto e la tua stima sono mille volte ricambiati!

      Marianna

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.