«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 16 aprile 2016

"I'm a player, I'm a dreamer"



Amiche care, amici,

questa composizione, una ballata sopra una immaginaria melodia irlandese, è il ritratto dal vivo di una persona, la cronaca di un incontro, avvenuto davvero nell'estate scorsa, nei luoghi nominati, e di cui ho accennato già altrove in queste pagine.
Fu un incontro fugace e fortuito, che mi colpì come una illuminazione improvvisa, ma che si sarebbe forse dissolto nell'ombra della memoria, se non fosse che il destino mi concesse un incontro successivo, pochi giorni dopo, a Dublino.

Questa fu la nascita, inattesa, improvvisa e un po' folle, del mio amore. Ora del suo mistero so qualcosa di più, sebbene molto ancora nel mistero è rimasto, com'è giusto.

Condivido questi versi con voi, amiche dilette e amici,  che sono, in tutta semplicità, una dichiarazione d'amore nascente.

M.P.





"I'm a player, I'm a dreamer"


Nient'altro disse:
sono musicista
e una sognatrice, questo bastava.

Perché stesse seduta su quel gradino
lì all'angolo della strada
a far cantare la sua concertina

questo non me lo disse,
né forse mai lo seppe alcuno,
poiché infine non v'è un perché

per ogni cosa, e lei così, semplicemente,
suonava una giga nella pubblica via
ringraziando con un sorriso chi

con un cenno la compensava. Ciò l'appagava?
Oppure ogni giorno doveva trovare
il coraggio per scendere sulla strada?

La serenità del suo sguardo
diceva soltanto che la musica era
per lei atto intimo d'amore.

Il sole che s'affacciava dalle nubi
fuggenti di quei luoghi,
splendente di promesse e di speranze,

non era pari in bellezza e grazia
a quel suo volto sereno e franco,
a quello sguardo suo radiante di dolcezza,

a quei capelli rosso fuoco, ardenti
all'ombra pensosa del campanile
nella dolce cittadina di Kilkenny.




Marianna Piani
Kilkenny Irl. 19 Luglio - Milano, 3 Agosto 2015
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.