«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

mercoledì 6 aprile 2016

Umile Margherita



Amiche care, amici,

vi propongo una lirica su una grande virtù che io, purtroppo, frequento poco. Sebbene, quando si tratta di un atteggiamento autentico, naturale, spontaneo, ammiro molto. Almeno altrettanto quanto io detesto i palloni gonfiati, i tracotanti e i presuntuosi. L'umiltà, questo modo di prendere la vita, di confrontarsi con gli altri che è segno di un animo tutt'altro che debole o insicuro, come agli superficiali (e ai palloni gonfiati di cui sopra) può sembrare, ma anzi di una grande fermezza e certezza del proprio valore, tanto da non temere di perdere alcunché nel confronto con gli altri, o di infischiarsene tranquillamente della "lotta per il potere" che si scatena attorno a loro.
Queste persone, di solito, sono persone illuminate da una grande fiducia in sé stessi e nell'umanità, e il tratto dell'umiltà è quasi sempre una delle caratteristiche del genio e della libertà di pensiero.
Io, da perte mia, oltre ad essere tutt'altro che un genio, sono timida, insicura, riservata, spesso sfuggente, anche gentile, spero mai supponente, ma non eccedo certo in umiltà. Anzi sono dotata di una buona dose di snobismo, che è un atteggiamento che fa a pugni con questa virtù. Ciò non mi impedisce però di riconoscere questo valore, quando lo incontro in qualche persona, e quando (ed è molto raro) ciò mi accade, la mia stima e la mia ammirazione per quella persona è assicurata al massimo grado.

Amiche dilette, amici cari, "umilmente" vi ringrazio di cuore per seguirmi in questi miei pensieri e di leggere assieme a me questi versi. Elegia in terzine, come tutte le volte in cui mi sento di scrivere in leggerezza.

Con amore
M.P.






Umile Margherita


"L'umile margherita", si dice.
Ma non è vero, è una menzogna,
io non sono umile affatto.

Appaio tale, forse, quando
in mezzo al prato mi lascio cullare
dal vento di aprile, con quella

voluttà intenerita che sapete.
Non canto, non mi vanto,
il mio odore non è l'inebriante

fulgore delle rose, e neppure
l'acre aleggiare del glicine a sera,
capace d'incantare ogni amante.

Il mio aspetto non ostenta
la purezza e l'innocenza del giglio,
col suo candore esausto,

né la sensualità e la maestà
dell'orchidea, che pare una vulva
slabbrata, sfibrata dagli amplessi.

E la mia grazia non è quella
sacrificale del rosso garofano,
così avvezzo agli altari

e a raffigurare il sangue degli eroi
tra i sacelli dei cimiteri.
Né posseggo il segreto del fuoco

che hanno i papaveri fiammeggianti,
lussureggianti nei campi di grano.
Schiva, senza clamore,

ai bordi delle messi, oppure,
proprio nel cuore della brughiera,
nasco isolata, fragile, immersa

in una pace segreta. Riservata.
Eppure, guardate, questo cuore
dorato, così irrorato

di luce, e calore, nucleo radiante,
e guardate questa corona
dai petali come raggi abbacinanti

e dite, ora, s'io non competo
con il sole, sovrano lassù nel cielo,
io quaggiù, solitaria, in mezzo all'erba!




Marianna Piani
Nebbiuno, 31 Luglio 2015
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.