«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

martedì 4 aprile 2017

"O to be a Dragon" di Marianne Moore


Amiche care, amici,

come anticipato, avviandomi alla chiusura di questa micro-antologia della Poesia americana moderna, dopo la notevole presenza di Elisabeth Bishop, oggi vi propongo alcune brevi composizioni di una delle poetesse più interessanti del secolo scorso in America e fuori, la grande e ammirata Marianne Moore.
La sua importanza, la sua eccentricità e insieme centralità nel panorama della Letteratura Americana è ben nota, e non ha bisogno di essere sottolineata (in ogni caso, se vorrete avere maggiori dettagli su quest'autrice di primo livello, vi rinvio al consueto documentato articolo su Poetry Foundation).
Le liriche che ho selezionato qui non sono del tutto tipiche della produzione della Moore, che tende alla scrittura lunga, corposa, una tradizione americana sempre presente, da Walt Whitman in avanti.
Ma sono significative, per il suo pensiero e per la sua straordinaria consuetudine e familiarità con la Natura e gli animali, una consuetudine che sfiora il maniacale nella descrizione accuratissima e quasi scientifica del soggetto.
A questo proposito "A Jelly-Fish" è un piccolo capolavoro, di grazia, efficacia e purezza (consiglio di leggerlo in inglese, la traduzione non ne rende a sufficienza tutta l'efficacia).
L'ultima proposta è una composizione in distici baciati, "baciati" anche da un'ironia tagliente, che è quasi un piccolo testamento spirituale dell'autrice, che sappiamo aver avuto una vita breve e conclusa, ahimè, come molte artiste della suaepoca, in modo tragico e tutt'ora inspiegato.

Amiche dilette, amici, grazie per la vostra amicizia, come sempre preziosa in queste mie escursioni nei "boschi poetici"…

M.P.


Marianne Moore





O, To Be a Dragon


If
I, like Solomon,...
could have my wish -

my wish... O to be a dragon,
a symbol of the power of Heaven - of silkworm
size or immense; at times invisible.
Felicitous phenomenon!



Oh, poter essere Drago


Se io potessi, come Salomone…
vedere esaudito il mio volere -

Il mio volere… di essere drago,
segno del potere celeste - piccino come
un bozzolo, oppure immenso; O invisibile
a volte. Gran bel fenomeno!




I May, I might, I must


If you will tell me why the fen
appears impassable, I then
will tell you why I think that I
can get across it if I try.


Posso, potrei, devo

Se mai mi direte perché la palude
vi sempbri insuperabile, allora
vi dirò io perché credo
di poterla attraversare, se mi ci metto.




A Jelly-Fish


Visible, invisible,
a fluctuating charm,
An amber-tinctured amethyst
inhabits it; your arm
approaches, and it opens
and it closes; you had meant
to catch it, and it quivers;
you abandon your intent—



Una medusa



Visibile, invisibile,
un fascino fluttuante,
vi alloggia un'ametista
d'ambra — il tuo braccio
s'accosta, e lei s'apre
e si richiude; tu avevi pensato
di catturarla, ed essa trema;
ecco, ora rinunci del tutto
alla tua intenzione.





Values in Use 

I attended school and I liked the place —
grass and little locust-leaf shadows like lace.

Writing was discussed. They said, «we create
values in the process of living, daren't await

their historic progress». Be abstract
and you'll wish you'd been specific; it's a fact.

What was i studying? Values in use,
«judged on their own ground». Am I still abstruse?

Walking along, a student said offhand,
«"Relevant" and "Plausible" were words I understand».

A pleasing statement, anonymous friend.
Certainly the means must not defeat the end.




Valori in uso


Frequentavo ancora scuola, e mi piaceva il luogo, l'erba,
— e su di essa l'ombra delle robinie, come una coperta.

Scrivere, era l'argomento corrente. Dicevano, «Vivendo adesso
creiamo valori, a nulla serve attenderne il progresso

nella storia». E se sei astratto,
vorresti essere concreto: questo è un fatto.

Che cosa studiavo allora? I valori in uso,
«Da valutare nel loro terreno». È ancora astruso?

Passandomi accanto, uno studente mi sussurrava: «"Rilevante"
e "plausibile", queste erano parole che capivo certamente».

Una bella dichiarazione, anonimo ragazzo.
Ciò che è certo è che non può tradire il fine — il mezzo.




Marianne Moore
Da "O to be a Dragon"(1959)
Versione Italiana di Marianna Piani
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.