«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

mercoledì 23 ottobre 2013

Ritratto di figura


Amiche dilette, amici,
Mi piace, di quando in quando, dedicarmi al ritratto. Si vede che è l'influenza della mia prima professione: io in fondo sono una "lavoratrice dell'immagine" nella mia vita di ogni giorno, e penso che questo si riscontri un poco nella mia scrittura. E il ritratto poi è un genere "nobile" dell'arte figurativa che io adoro, da sempre. Non lo pratico realmente nel lavoro, in realtà, poiché io sono una illustratrice "cartoon" e grafica, e non una pittrice, ma mi "sfogo" quando posso nella scrittura.
A volte si tratta di ritrattini "dal vero", una specie di "life drawing" di persone che mi vivono accanto. A volte invece sono ritratti della memoria, in cui il soggetto non è più fisicamente presente, per un qualunque motivo, nella mia vita. In altre occasioni infine, come in questo caso, si tratta di ritratti "immaginari" in cui il soggetto è una persona di cui magari conosco poche immagini, forse anche nessuna, ma ne conosco invece bene il pensiero, le parole, i racconti.
La parola, espressione del pensiero e dell'emozione, è così potente, e i ritratti che ne risultano non sono meno verosimili e somiglianti di quelli ripresi direttamente dal vero.
Mentre nel ritratto dipinto prevale la materia, il colore, e l'abilità di piegarla e modellarla alla propria sensibilità, nella scrittura si plasma la sensibilità stessa, l'impressione e l'emozione sono tradotte direttamente in concetti e immagini.
Proprio per questo mi piace questo esercizio, per quanto difficile e rischioso sia (come del resto lo è ogni forma di ritratto, in ogni forma di espressione artistica), e mi ci dedico sempre con passione. E di solito le persone così ritratte ci si riconoscono, ritrovano tratti non tanto del loro aspetto, quanto della loro personalità.

Scritta di getto, questa composizione, a suo tempo indirizzata e dedicata a Simona, che l'ha ispirata, ora la condivido con voi, amiche care e amici, come sempre, con amore.
M.P.



Ritratto di figura

 

Non è difficile cogliere
con gli occhi del pensiero
lo sguardo, il volto d'una amica
anche se inaccessibile e fugace.

Sguardo chiaro, il suo, che indaga
il mondo, pupille di cristallo
che indugiano soltanto
quando rifrangono bellezza.

Il volto affilato di chi offre audacia
poiché cerca in ogni cosa verità,
e le labbra dolcemente arcuate
come chi voglia bere vita dalla vita.

Come fosse un vino aspro
delle colline delle Langhe, oppure
dolce come le mele di Romagna:
vino di cui godere piena la franchezza.

E il vento sospira di passione
quando fa l'amore coi suoi capelli,
violenti come fiamme d'un incendio
languidi come alghe tra i coralli.

Lei al vento toglie il fiato
immergendo le dita tra la spuma delle chiome
per governarne un poco la follia:
mani snelle, femminee affilate unghie,

scarlatte come squame di sirena,
oppure color smeraldo come un diadema.
Non è vanità, non è orgoglio, non è sfoggio
l'anellino che le adorna la falange:

un solo brillantino dà viva luce al cerchietto.
Soltanto intensa meraviglia ormai
nasconde l'alba. Distante, l'orizzonte
nebbioso aleggia, turbato, innocente.

Vedere è immaginare, immaginare
è scoprire. Scoprire è conoscere
ciò che alla vista sola e agli specchi
è celato, come un segreto, inviolato.




Marianna Piani
Milano, 21 Luglio 2013
Dedicata a Simona

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.