«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

mercoledì 15 febbraio 2017

"Child's Song" di Robert Lowell


Amiche care, amici,

propongo oggi la voce di un Poeta molto noto e stimato nel suo paese, ma anche conosciuto da noi, Robert Lowell, nato a Boston nel 1917 e morto a New York nel 1977. Un autore di grande e varia produzione poetica, molto eclettico come stile e linguaggio, e di grande influenza nel panorama della Poesia Americana del '900. Fu un traduttore di diversi grandi autori europei, tra cui anche il nostro Montale. A "traduzione" preferiva il termine "imitazione" ("Imitazioni" infatti fu il titolo di un suo ben noto volume di traduzioni) e questo la dice lunga sulla sua concezione della Poesia, che probabilmente, come me, considerava come virtualmente "intraducibile".

Naturalmente le mie proposte qui vogliono essere soltanto uno stimolo e una proposta per rileggere o avvicinarsi per la prima volta all'opera di questi poeti, i pochi testi che posso qui citare non possono che dare un minuscolo aspetto della loro opera, e questo è tanto più valido per un autore così ricco e variegato.

A chi volesse approfondire — anche criticamente — un pochino di più questa figura, suggerisco questo ampio articolo (in Inglese), sempre su Poetry Foundation.

M.P.




Robert Lowell






Child's Song

My cheap toy lamp
gives little light
all night, all night,
when my muscles cramp.

Sometimes I touch your hand
across my cot,
and our fingers knot,
but there's no hand

to take me home—
no Caribbean
island, where even
the shark is at home.

It must be heaven.
There on that island
the white sand shines
like a birchwood fire.

Help, saw me in two,
put me on the shelf!
Sometimes the little muddler
can't stand itself!


Robert Lowell (1964)




Canzone infantile

 

Scarsa luce dà
il mio stupido piccolo lume
per tutta notte, tutta
la mia notte di spasmi.

A volte ti tocco la mano
dal mio lettino, e le dita
tue alle mie s'allacciano, ma
non c'è alcuna mano che

mi possa condurre a casa — né
quell'isola del Caraibi c'è,
dove perfino lo squalo
sente di essere a casa.

Sarà il Paradiso.
Là, su quell'isola
la sabbia candida splende
come fuoco di betulla.

Aiutatemi, tagliatemi in due,
riponetemi sullo scaffale!
A volte il piccolo incasinato
non sopporta nulla di sé!



Robert Lowell
(Versione Italiana di Marianna Piani
Milano, 12 Febbraio 2017)
.

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.