«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 16 marzo 2013

Désirée



Amiche care, amici gentili.
Questa composizione parla d'Amore. E parla in modo aperto e indifeso dell'Amore di una donna per una donna. Chi non è disposto a comprendere che l'amore trascende, che l'Amore, specie come lo sente in sè una donna, non è sesso - che è possesso - non soltanto quello almeno, ma un misterioso canale di comunicazione che si instaura tra due esseri viventi... Chi teme dentro di sè che questo canale realmente lo unisca a qualcuno, indifferente a ogni categoria prestabilita dai nostri - peraltro mutevoli - patti sociali, ebbene costei, o costui, non è pronto a comprendere ciò che realmente cerco di esprimere.
Qui non importa se ciò che narro è parte o no della mia vita. Ciò che conta, come in ogni sorgere di un amore, è il superamento di una barriera, in questo caso anche più arduo, e la volontà e disponibilità a confondersi nell'altro. E a seguirlo, qualsiasi sia la strada che si intreprende.
Accogliete, vi prego, con tenerezza questo sguardo, questo lampo di luce puntato sopra un momento magico e tragico della vita che potrebbe essere di ognuno.
Ve lo dedico, come sempre, con amore
M.P.




Désirée

E
cco, ho vissuto il dubbio e l'abbandono.
E poi ho veduto, dentro me, come un sogno
la tua figura scendere dalla vettura
e venirmi incontro, con andatura certa.

Della Donna hai il viso fiero, il dorso eretto,
le labbra di corallo socchiuse in un sorriso
dolce come il tepore del tuo palmo sopra il mio viso,
e gli occhi accesi, come i dardi di Minerva.

Della Donna hai la voce irrorata di passione,
e la fragilità estrema delle tue mani bianche
dalle vermiglie aguzze perle che mi sfiorano le guance,
lasciando su me un sottile graffio di possesso.

Di te donna sogno i capelli, di cui sogno
di odorare la fragranza di vento e di mare,
di te vedo su di me posare i tuoi piedi fini e tesi
a sfiorar la vita e il mondo come in una danza.

Della donna che tu sei vedo il petto, che si gonfia
nel sospiro dell'amplesso, e vedo il cielo
che si cela sotto i veli candidi come nubi
di vapore delle tue ansiose sfarfallanti gonne.

Odo con trepidante attesa il ticchettare
dei tuoi tacchi sul selciato, così simili ai miei
questi tuoi femminei brevi passi, e così diversi:
sicuri i tuoi, i miei del tutto incerti.

Serrerei la tua mano nella mia, stretta,
come dentro alle valve d'una conchiglia
l'ostrica gelosa custodisce la sua perla
e la protegge dal passar del tempo e delle maree.

E ti direi: parti, vai, Angelo mio Condottiero,
io ti seguirò, paga solo di starti accanto...



Milano, 20 Gennaio 2013
Marianna Piani
(A Michela)

4 commenti:

  1. Che meraviglia....versi intensi che raccontano di un amore....grazie!!! Un abbraccio con tutto il mio cuore anima mia!
    Tua Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, la tua sensibilità cristallina ti porta dritta al cuore del messaggio, senza occhiali da miope o presbite: Amore è Amore, e se ne impippa delle nostre etichette, categorie, paure, pregiudizi... Sapevo di ritrovarti qui, puntuale e serena, amica mia diletta, scrittrice tu stessa dell'anima.

      Tua
      Marianna

      Elimina
  2. Dolce Donna che non sei altro. Pura e limpida come l'acqua di un ruscello nato da neve sciolta al sole.
    Bellissima questa tua poesia dedicata al Sentimento.
    Tua Sonja

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed eccoti qui, Sonja mia, irrinunciabile, dolce amica...
      Hai ragione, hai colto il senso primo, il Sentimento che supera la Ragione. E hai ragione ancora, è una cosetta molto sentita. Raramente un'opera "sentita" riesce efficace, come tale. Ma in questo caso, ho la sensazione di essere riuscita a sfiorare una certa bellezza, che riecheggia la bellezza della creatura che l'ha ispirata.
      Grazie per la tua presenza, mia cara, sempre così trepida, tenerissima e attenta nei miei confronti. Io ti adoro! Grazie!

      La tua
      Marianna

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.