«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

sabato 6 luglio 2013

La lucciola


Amiche dilette, amici cari,
un dialogo, a distanza, tra donne. Dotate di una sensibilità un po' speciale. Non si sa se questa sensibilità sia più un dono oppure una pena in da sopportare. O addirittura l'origine stessa del proprio inquieto e mite male di vivere.
Io reagisco con cupezza e introspezione, anche spietata, a costo di farmi del male, e con pensieri espressi in modo fluviale, complesso, mentre nella vita appaio una ragazza magari futile, graziosa, arrampicata sui miei tacchi e avvolta dai miei vestitini corti, volutamente vistosi. Lei reagisce invece - nella scrittura - con una grande serenità di parola, musicalità di eloquio, e con una dolcezza e una invidiabile limpidezza dell'ispirazione. In cambio nella vita - mi ha confessato - si muove con difficoltà e angoscia.
Ebbene, siamo sorelle, comunque, entrambe esprimiamo un disagio tentando di alzarci in volo, entrambe, penso, ci salviamo la vita con un colpo d'ala ogni tanto.
Ho dedicato questo dialogo immaginario a lei, qualche tempo fa, ma non tanto a lei come persona, ma precisamente al suo stile, alla sua semplicità cristallina nella scrittura, che adoro.
Oggi lo condivido con voi, amiche e amici cari, come sempre e più che mai con amore.

M.P.



La lucciola

 

— Mamma, cos'è?
— È una lucciola, amore...
— Una lucina, mammina?
— No, cara, una lucciola, è...
  come una farfalla piccina
  che porta un lumino...
  Vedi che va e viene?
— Va e viene, perchè?
— Lo spegne il vento
  e lei ostinata lo riaccende
  perchè non vuole
  smarrire la via...
– Mammina, ho paura!
— Tesoro, non averne,
  lei è come la tua mamma
  che viene a vedere se stai bene,
  la notte, avvolta nei sogni.
— Lei è una mamma?
— Sì, forse è così.
  Ma adesso vola da sola,
  vedi? nel buio del prato,
  e forse si poserà
  sul pesco già in fiore,
  vedrai, lo farà...
  Guardala, ora viene...
— Posso tenerla sulla mano?
— Sì cara, lasciala riposare...
— Iiiii, sembra un vermino!
— Hai visto? È una stella
  quando vola, a terra invece
  è solo una virgolina di pece...
— Ma scappa, scappa!
— Lasciala andare, Alice,
  lasciala libera di essere stella...
  Guarda, si posa sul pesco,
  come ho detto, e ora
  illuminerà un fiore, da dentro,
  e sembrerà una fatina
  di magico tulle rosa,
  in cima al ramoscello più alto,
  il più vicino al cielo...
  Ma che fai, stupidina,
  piangi, adesso?
— Mamma, è così bella,
  solo perchè intorno
  c'è tanto buio...
  Al sole, al mattino,
  non sarà più nulla?...

La mamma consolò la bimba
abbracciandola stretta.
Nessuno sapeva allora
che anche lei
sarebbe presto svanita

inghiottita
dal primo raggio d'aurora...



Marianna Piani
Milano, 10 Aprile 2013

Per Laura
Ispirata dalla sua dolcezza
e alla sua serena ispirazione
anche nella paura che attanaglia.
Con amore


2 commenti:

  1. Tesoro mio l'emozione che ho provato rileggendo questa tua dedica è stata ancora più forte della prima volta, grazie perché ci sei e illumininil mio cielo con le tue pennellate di poesia! Ti adoro sorella mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una immensa fortuna poter corrispondere sensibilità e emozione, cara!

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.