«La Poesia è Scienza, la Scienza è Poesia»

«Darkness cannot drive out darkness; only light can do that. Hate cannot drive out hate; only love can do that.» (Martin Luther King)

«Não sou nada. / Nunca sarei nada. / Não posso querer ser nada./ À parte isso, tenho em mim todos los sonhos do mundo» (Álvaro De Campo)

«A good poem is a contribution to reality. The world is never the same once a good poem has been added to it. A good poem helps to change the shape of the universe, helps to extend everyone's knowledge of himself and the world around him.» (Dylan Thomas)

«Ciò che premeva e che imparavo, è che in ogni caso non ci potesse mai essere poesia senza miracolo.» (Giuseppe Ungaretti)

martedì 10 dicembre 2013

Emily in Vita








Amiche care, amici,

oggi è un giorno speciale, e contravverrò a tutte le piccole regole che mi sono imposta qui - per rispetto a voi, beninteso, e per questo me ne scuso - ma so che mi comprenderete.
Pubblico in anticipo rispetto al consueto giorno, ma più "grave" ancora, pubblico uno scritto praticamente alla prima stesura, appena posata la penna, senza quarantena, anzi, senza quasi lasciare  il tempo perché si asciughi il virtuale inchiostro sulla carta…
Oggi, 10 dicembre 1830, ad Amherst, Massachusetts, USA, nasce una delle donne più straordinarie e insostituibili della Storia, un'Anima Eletta, capace di donarci, dal suo lontano appartato rifugio, infiniti gioielli di incomparabile bellezza e profondità.

Parlo naturalmente di Emily Dickinson, grandissimo Poeta, tanto più grande se si pensa di come il suo canto straordinario sia sbocciato al di fuori di qualsiasi retroterra, di qualsiasi influenza culturale, o suggestione, purissimo e sorgivo, destinato nella sua mente soltanto a riflettere la sua propria esclusiva bellezza, e poi, per un puro caso, "portato alla luce" da qualcuno dopo la sua morte, come si porta alla luce un filone d'oro…
Per questo voglio dedicare a lei un omaggio speciale, con questa piccola lirica, esattamente nel giorno in cui la Natura ci ha concesso la fortuna di avere tra noi umani questo Angelo Musicante…

Dedico a lei - con pudore massimo e umiltà - le mie parole, e le condivido con voi, amiche mie dilette e amici, con amore.

M.P.





Emily in Vita
 


Lo sguardo si sofferma
su una foglia - morta - ancora
aggrappata al ramo della pianta.
Un fiato d'aria dicembrina
le dà un fremito di vita.
Lo sguardo gialloarancio
del sole vivido ma stanco
la riveste d'una fine veste
che non riscalda. Ma rende belle,
come un nastro, tra i capelli.
Lo sguardo dall'eloquio intenerito
dice al mondo: sono io -
Son io quell'anima di verde
che respira spirando vita
dalla luce. Sono io, così sottile
da mostrare in trasparenza il cielo.
Sono io, innamorata del buon Dio
e della mia compagna - segretamente.
Quel tremore che non è freddo -
ma senso estremo della morte -
è il mio freddo - esposta al vento
della palude, e stremata
dalla pioggia, io non cedo:
credo, fortemente credo!
Eppur mi lascio sopraffare
dal Genio dell'Abbandono.
Incrocio fiera con il vascello
della mente mia corsara l'intera costa
da Deer Island a Cape Cod -
che in vita mai io ho veduto.
Dialogo con le api sopra rose,
e ragiono con i gabbiani
sopra i marosi.
Non temo le regine,
né mi adonto delle puttane:
io cucio. Semplicemente cucio.
Poiché è ciò che donna
so fare della mia vita,
un involto
di strette carte sofferenti,
imbevute di sangue, e mestruo,
e latte, e assenzio, e miele
e impareggiabile Rum d'Antille,
e di attesa infinita
d'un volto ambito
mai per me giunto.
Un involto cucito ad ago e filo
con tenera maestria -
soltanto per chi verrà dopo.
Attenderò da sola, a lungo,
che si stacchi dalle stipole il picciolo
e finalmente possa io volare
libera incontro al confine
tra notte e giorno,
che non fingo, che non sfuggo,
che non mi spaura,
poiché il destino di questa foglia
è il "per sempre" rilucente

nelle iridi di chi ama me
dalla mia parola
sola.


Marianna Piani
10 Dicembre 2013
Omaggio devoto a Emily Dickinson
Divina Musa

9 commenti:

  1. Marianna, la tua composizione è magnifica, come sempre.
    Ammetto la mia ignoranza :
    Fino a un paio di mesi fa non conoscevo Emily.
    L'ho "conosciuta" grazie a te e al tuo blog.
    Mi sono dunque informato su di Lei, e, onestamente, sono rimasto abbastanza colpito dalla sua "grandezza".
    Ecco perchè, anche se con un giorno di ritardo, passo di qui per lasciare una traccia, per "dare valore" al tuo omaggio a quella straordinaria donna (e poetessa, VERA) che fu Emily Dickinson.

    Un abbraccio,

    Luca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Luca,
      Uno dei motivi di esistenza di queste pagine, e quindi una delle mie ragioni di vita, è di contribuire, nel mio piccolissimo, alla diffusione dell'Arte della Poesia, aiutando le anime sensibili e predisposte ad avvicinarsene, a comprenderla, e se capita magari anche a far conoscere qualche poeta noto a loro di nome, ma non per la sua Opera. Per questo (oltre che per il mio piacere) raccolgo spunti dalla mia biblioteca poetica (piuttosto ricca per fortuna) e li propongo qui, sia nelle versione originale che in traduzione.
      Se ho potuto avvicinare una persona come te ad un poeta sommo come Dickinson, ho conseguito un risultato nella mia missione che mi riempie di felicità, e mi incoraggia ad andare avanti.
      Grazie Luca.
      Sei giovanissimo, e non so quali sono i tuoi obbiettivi e i tuoi sogni nella vita. Di certo la tua sensibilità verrà premiata dalla bellezza, e sappi che ogni Artista che entra nella nostra vita (che sia Poeta, Pittore, Mucisista...) fa di noi una persona migliore.

      Ricambio il tuo abbraccio, con calore

      Tua
      Marianna

      Elimina
    2. Cara Marianna,
      Ti dirò, l'obiettivo più grande e più importante, per me, è rimanere me stesso.
      Non sono uno di quelli che cerca la celebrità, la fama, la "carriera importante".
      Nulla di tutto ciò ha importanza per me.
      E' solo fumo negli occhi.
      Non voglio ridurmi a sessant'anni a passare le giornate guardando le targhette "di merito" appese al muro, facendomi i complimenti da solo.
      Che tristezza sarebbe ?
      La cosa più importante, per me, è non diventare MAI schiavo di nulla, nè di un oggetto, nè del fumo, nè di nient'altro.
      Voglio rimanere integro e libero di fare ciò che voglio.
      E, soprattutto, a differenza di molti, non ho intenzione di trasformare le mie passioni in un lavoro.
      Perchè, secondo me, una passione è un qualcosa di innato, di viscerale.
      Nel momento in cui incontra il "Dio denaro", perde tutta la sua magia, e si trasforma in routine.
      Lungi da me diventare un "venduto".
      Diciamo, dunque, che i miei sogni e i miei obiettivi non riguardano più di tanto la sfera lavorativa, e quindi "collettiva", basata sul giudizio che la gente si può fare su di me : riguardano la sfera personale.
      Lavoro sulla mia persona e sulla mia anima, prima di tutto.

      Un abbraccio enorme,

      Buona giornata,

      Luca.

      Elimina
    3. Caro Luca, che dire, se riesci a conservare questa purezza di passione e di giovinezza lungo tutta la tua vita, sarai fortunato. Non necessariamente "felice", perché da questo genere di scelte non ne deriva felicità o ancor meno serenità - ti avviso - ma di certo proverai la pienezza interiore di chi persegue il proprio Ideale e lo attua, e ti assicuro questo non è da tutti.
      Se mi permetti tuttavia, un consiglio, da sorellaccia maggiore, di quelle che devono sempre dire la loro, ecco: non rinunciare in partenza a "trasformare la passione in lavoro", non è cosa impossibile, anzi, è la premessa per l'espressione più piena del proprio essere creativo, artista o scienziato non importa. Se possibile provaci. Se hai talento, costanza e forza d'animo, è la miglior cosa che puoi fare per stesso e per il mondo. Abbiamo tutti bisogno di artisti e di talenti veri. Canalizza la tua passione, senza mercificarla, ma rendendola parte di te e della tua vita al punto di poterla renedere fertile fino a produrre quel poco o tanto che ti abbisogna per vivere. È più triste spezzare in due la propria vita, e vivere di un noioso e alienante lavoro, e cercare spazio per la propria passione nel tempo libero, che è sempre più scarso, oggi.
      Io sono riuscita a farlo, almeno in parte. Vivo del mio lavoro di illustrazione, disegno e grafica, e questo mi dà quel poco che mi serve per condurre una vita dignitosa per una donna viziata e vanitosa come sono. Ma se avessi potuto fare ìlo stesso con la Poesia, ne sarei stata talmente felice, credimi. Poiché è essa la mia passione predominante, la mia Padrona assoluta...
      Ascoltami, tu hai passinoe e talento, da quello che mi dice l'istinto: non rinunciare!

      Un abbraccio

      Tua
      Marianna

      Elimina
    4. Caro Luca,

      ho ricevuto il tuo ultimo commento.

      Sono parole bellissime e scritte magnificamente, ma non me ne vorrai se non le "pubblico" qui, e le tengo riservate tra noi due?
      Contengono un dialogo così personale, su di te, e dei giudizi talmente lusinghieri nei miei confronti e a proposito della mia scrittura che mi sembra poco delicato renderli pubblici, sia pur ai "quattro gatti intelligenti" che sono qui con noi.
      Se qualcuno mi dona un bellissimo mazzo di rose, preferisco tenerle nel mio salotto piuttosto che metterle in esposizione in vetrina, sulla strada.

      Certo, di me hai capito molto, e accetto volentieri in particolare, e lo cito qui, il tuo richiamo a proposito del "rispetto". È vero, io ho un grande ed istntivo rispetto per le persone, come sempre senza particolar merito dato che si tratta dell'educazione che ho ricevuto dai miei, e tanto più poi ho rispetto e attenzione per le mie lettrici e lettori. Io li amo, tutti, sinceramente e profondamente, anche quando esprimono pensieri o opinioni che io non condivido. Ed è del tutto naturale: è chi mi legge che mi da il senso, il motivo e la forza per percorrere questa strada, difficile e faticosa.

      Una ultima osservazione sulla "prosa": caro, non è che abbia "timore", è solo che conosco i miei mezzi, e so quant'è difficile esprimersi in prosa. Intendiamoci: nel modo eccellente come intendo io la prosa! Romanzetti di dozzina come se ne vedono in giro, e anche a volte con strepitoso successo (vedi p.es. i famigerati "50 sfumature ecc.") ne saprei scrivere quanti ne voglio, anche domani, anche con la mano sinistra e direttamente in inglese. È che interviene anche qui il mio senso del "rispetto": non solo dei possibili lettori, ma proprio dell'Arte stessa della scrittura...

      Grazie ancora, un caro abbraccio
      Tua

      Elimina
  2. Io sono rimasta senza parole dal tuo scritto, le opere di Emily Dickinson le conosco discretamente, perché in realtà non sono così profonda.... ma tutto ciò che mi fa provare emozioni, mi piace e gli rendo omaggio. Grazie per questo post.
    Un bacione
    The Indian Savage Diary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire, amica cara, grazie, grazie veramente... Io sono innamorata della Poesia, che è per me ragione di vita, ma per Emily Dickinson ho un autentico culto, perchè ritrovo in lei - donna - così tanto di me stessa da rimanere spaurita. La sua capacità di canto, poi, il suo valore poetico è talmente alto, che non occorrerebbe neppure sottolinearlo. E sono felice di ospitare nel mio salottino persone di sensibilità e cultura che si uniscono a me in questo piccolo omaggio.

      Torna a trovarmi quando vuoi, per me sarà una gioia accoglierti.

      Un abbraccio
      Marianna

      Elimina
  3. hai del talento! mi sono commossa ed è difficile farmi commuovere :)
    tr3ndygirl.com
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amica cara.
      Per me è una grande felicità quando incontro la sensibilità di persone che non si occupano di Poesia né per passione esclusiva, né tanto meno per professione, ma semplicemente per sensibilità e apertura della mente, come mi pare che sei tu, amica cara.
      Grazie infinite per le tue parole, che sono certa sono dirette anche alla nostra grande Emily!

      Anche a te lo dico: torna a trovarmi quando vuoi, ne sarei felice.

      Con amicizia e gratitudine
      Marianna

      Elimina

Sarei felice di sentire di voi, i vostri commenti, le vostre sensazioni, le vostre emozioni. Io vi risponderò, se posso, sempre. Sempre con amore.